Enter Slide 1 Title Here

Enter Slide 2 Title Here

Enter Slide 3 Title Here

martedì 31 luglio 2012


Ho già parlato di Mirko G. Di Brandimarte in un post recente, perchè le collezioni primavera/estate 2012 -  autunno/inverno 2013 e le rispettive campagne pubblicitarie mi avevano particolarmente colpita.
Per questo motivo ho contattato il designer, il quale ha accettato di rispondere a qualche domanda.
Ecco allora l'intervista per Fashionportrait:


1) Chi è MirkoG. di Brandimarte?
Mirko Gabriele di Brandimarte è un artigiano cresciuto a Torano Nuovo paese Abruzzese, che attraverso l’amore per i capi di abbigliamento e per la donna, trova la sua valvola di sfogo e lo fa creando capi di vestiario femminile.

2) Come sei arrivato nel mondo della moda? Quali studi hai intrapreso?
Ho iniziato a Roma studiando il mestiere in Accademia di Moda e Costume, prima ancora presso le Belle Arti e mentre frequentavo il corso di scenografia è nata la passione per il costume.
L' insegnante, in quegli anni , ci faceva disegnare i costumi teatrali oltre che la scenografia. Da lì smisi di disegnare set scenografici e mi dedicai allo studio del costume, trasformato poi in abbigliamento, approfondendo maggiormente la ricerca e la conoscenza per questo settore, che ho scoperto di amare cosi quasi casualmente.

3) Quali sono le tue fonti d'ispirazione?
Gran parte della mia ispirazione proviene senza alcun dubbio dall’arte del fumetto e dell' illustrazione, che unisce codici di temporalità e d’immagine, dai quali, fin da ragazzo, sono sempre stato affascinato, così come alle più recenti trasposizioni di queste arti nell'animazione audiovisiva e nelle ancor più recenti invenzioni tecnologiche, ancora in evoluzione, di console e videogiochi, dove ci si perde in mondi immaginari ad ammirare prospettive, scenografie, costumi e personaggi di pura fantasia.
Il mondo della musica femminile è per me fonte d’ispirazione.
Di questi universi, quelli che mi hanno più ispirato e spinto a creare sono le storie di Ryoko Ikeda, dove si narrano racconti e costumi di epoche passate, le monumentali opere di animazione di Hayaho Miyazaki, maestro creatore di mondi surreali che sembrano fermi nel tempo, le illustrazioni di Yoshitaka Amano, nei cui universi alieni regnano indiscusse figure di donne ieratiche, le architetture di Gustave Moreau che a tratti ricordano fittissimi ed impalpabili ricami.
Tra la musica che amo, quella di Kate Bush è sempre stata melodia cui mi abbandono volentieri.


4) A chi sono rivolte le tue collezioni?
Le mie collezioni sono rivolte a clienti che cercano in un capo di abbigliamento qualcosa che sia diverso dagli standard e dalle regole dettate dal commercio dell’ industrializzazione, che non sono assolutamente sbagliate, ma che creano un prodotto completamente diverso.

domenica 29 luglio 2012


Pelle, pelle e ancora pelle. Il brand parigino HOON, per la collezione uomo della primavera-estate 2013, ha rivisitato silhouttes classiche, giacche da baseball, bomber, giubbotti in denim, pantaloni e canotte, impiegando il materiale che l'ha reso famoso e suede. I colori prevalenti sono il nero e il bordeaux.
Impronta classica, approccio moderno e il risultato è impeccabile.

giovedì 26 luglio 2012


Mettete da parte le solite top model e celebrities. Persone comuni con pregi e difetti, con la propria individualità, di età compresa tra 18 e 80 anni, sono infatti le protagoniste della campagna pubblicitaria di Lanvin per l' autunno/inverno 2012-2013, fotografata da Steven Meisel.
Lo scopo del brand era quello di raccontare la collezione nel modo più concreto e reale possibile.


“Mi interessava riportare questi abiti sulla strada in qualche modo – ha dichiarato Alber Elbaz e vedere che aspetto hanno su persone di età e taglie diverse. Sembrava una pazza famiglia e mi piace"

lunedì 16 luglio 2012


Nessun colore può rubare lo scettro al nero. Dopo l'eccesso di fluo, che sovrasta ormai qualsiasi vetrina, e di toni pastello, il nero torna nelle collezioni invernali e si fa ancora più sensuale. Lo sa bene Mirko G. Di Brandimarte, che ha interpretato il trend della prossima stagione, incentrando una collezione su questo colore. Piume, trasparenze e pizzi sono gli elementi centrali delle sue ultime creazioni, ben enfatizzate nella campagna pubblicitaria fotografata da Oskar Cecere.
Tra le influenze assorbite dal brand i fumetti di Yana Toboso, i disegni di Hayao Miyazaki e le "Figma" di Max Factory.
Ecco le immagini dell' advertising: giocosa da un parte ( per l' inserimento di simboli tipici del mondo giapponese Manga ) e altamente femminile dall' altra ( per i capi d'abbigliamento, coerenti con l'etica di Brandimarte, volta alla valorizzazione della bellezza delle donne ).



giovedì 12 luglio 2012


Gli abiti in spandex a bande stanno spopolando. Amati e indossati dalle celebrities d'oltreoceano da diverso tempo ormai, ora si stanno diffondendo anche tra noi " comuni mortali ". Il primo a lanciare il famoso vestito è stato il francese Herve Leger, il quale fondò la maison nel 1995. In seguito il brand fu acquisito dal BCBGMAXAZRIAGROUP che nel 2008 reinterpretò e ripropose l' iconico abito in occasione delle sfilate autunnali newyorkesi.
I bandage di Hervé Léger non sono accessibili a tutti, i prezzi infatti partono dai mille euro.
Possiamo però accontentarci delle proposte dei vari brand low cost che offrono un' ampia scelta.
Vediamone alcuni:


Invented by french designer Hervé Léger, bandage dresses are a trend among celebrities.
The brand was acquired by BCBGMAXAZRIAGROUP in 1998 and in 2007 the iconic dress was relaunched obtaining a huge success. Prices of Hervé Léger clothes are not affordable for all. But we can content with low cost proposal!
Here some ideas:




FACEBOOK|TWITTER|BLOGLOVIN'|PINTEREST|INSTAGRAM






mercoledì 11 luglio 2012


Tempo di saldi per le collezioni estive correnti, ma il mondo della moda non si ferma e, come da calendario, state state presentate le creazioni degli stilisti per l' Estate 2013.
Ho apprezzato molto le proposte di Matthew Williamson e ve ne vorrei parlare in questo post.
Ispirata alle opere dell' artista Mat Collishaw, ben noto nell' ambito degli Young British Artists, e agli oggetti design della tedesca Judith Seng, la collezione dello stilista inglese è ricca di sfumature e stampe geometriche e astratte. Si spazia da toni pastello a blu elettrici,blu notte e oro. Le linee sono semplici e sartoriali, gli abiti sono impreziositi da applicazioni e da elementi centrali che hanno reso famoso il brand: piume, frange e swarovski.
Qual' è il vostro capo preferito?


lunedì 9 luglio 2012




sabato 7 luglio 2012


Senza mai trascurare l'impronta romantica, la collezione d' alta moda per l'autunno-inverno 2012/2013 di Giambattista Valli omaggia il tema della natura con abiti dalle stampe floreali su organza, mussolina e seta, e ruches che riproducono petali. La sfilata è aperta dal rosso di abiti semplici ma con inserti ora fluttuanti e leggeri, ora rigidi, declinato in nuance rosa, violetto e azzurro. Le sfumature giocano un ruolo fondamentale. Si passa poi a long dresses in verde, che rimandano ai prati dei giardini francesi. Le cinturine di foglie d'oro che diventano anche collier e le farfalle colorate dolcemente posate sulle labbra delle modelle sembrano ricordare proprio un sogno.. Sogno di una notte di mezza estate?


mercoledì 4 luglio 2012


Giuseppe Zanotti ha scelto nuovamente la modella Anja Rubik per la campagna pubblicitaria della collezione Autunno/Inverno 2012-2013. Immortalata da Karim Sadli, la top model indossa capi d'abbigliamento semplici e lineari di colore nero in contrasto con accessori dorati. Love it!


domenica 1 luglio 2012

Marni mi ha sempre incuriosita. Ecclettica e vivace, si contraddistingue per l' impiego di linee architettoniche, movimentate dalle stampe eccentriche, e rivisitazioni di capi vintage. Ma cerchiamo di approfondire la storia di questo brand, attraverso un iter che parte dalla fondazione della maison fino ai giorni nostri, ricchi di collaborazioni con gli artisti contemporanei più noti dell' art system.


Il progetto di Marni nasce nel 1994, quando Consuelo Castiglioni, designer della griffe, insieme al marito Gianni, dà una svolta alla Ciwifurs, azienda di pellicce di famiglia, creando una collezione caratterizzata dai segni distintivi del marchio, quali stampe e contrasti cromatici. Le pellicce, sono ancora parte delle creazioni, ma non è grazie a loro che Marni ha ottenuto così tanto successo. Definita anticonvenzionale, anticonformista e ben contaminata da accenni artistici, la stilista del brand si è guadagnata l'etichetta di portavoce di un' estetica chiamata: " European inflected boheniamisn ".
L' uso di stoffe pregiate, affiancato alla alta manifattura artigianale e l'accuratezza per ogni dettaglio, rendono un Marni un lusso senza tempo. Proprio a causa di ciò, la strategia distributiva del brand mira, nonostante le piacevoli parentesi con H&M e con Estee Lauder, ad un target di nicchia.


Popular Posts

Powered by Blogger.

Pinterest

Seguimi su Pinterest

LOOKBOOK

Oasap.com

Twitter

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Collaboratori

polyvore

My Fashiolista finds

Lettori fissi

Follow this blog with bloglovin

Follow fashion portrait